26 pensieri su “1° romanzo

  1. Ciao
    si sono uno scrittore artigiano. Ho pubblicato con un editore che tutela la mia proprietà intellettuale ma non mi promuove per nulla. Mi autopromuovo e vendo un pochino. Se vivessi nella tua città certo potrei usarti per promuovermi 🙂

  2. Ciao Matteo, sono del parere e penso sia anche il tuo, che chi scrive debba solo scrivere e non vendere, ma bisogna arrendersi all’evidenza, purtroppo, e non è poco, l’editore aspetta che gli scrittori facciano tutto loro, cioè: scrivano il proprio libro, correggano le proprie bozze e facciano l’editing, firmino il contratto perché così sono vincolati, aspettino…anni prima di essere pubblicati, e che vendano i propri libri e facciano anche la distribuzione, che per regola toccherebbe anche all’editore, e dulcis in fundo chi scrive, quasi come una punizione, non ha diritto di toccare un centesimo fino al numero prestabilito di vendite… Allora possiamo dire che si scrive per passione, e che il lavoro che si fa per il sogno che si è avverato ci basta. Con questo Matteo ho solo voluto dire che chi scrive come te e tanti altri, sono solo da encomiare e non hanno nulla da invidiare a chi è già popolare, non in questo settore, e che da un giorno all’altro s’improvvisa scrittore e con uno schiocco di dita tutti gli comprono il libro… no, non hai nulla da invidiargli, almeno tu, non ti vanti di aver scritto qualcosa che non è tuo.
    Ciao Matteo e in bocca al lupo, continua e non demordere vai avanti… ti seguiremo!
    Anna

  3. Ciao!Accolgo con piacere il tuo invito lanciato sul gruppo MI LIBRO CON VOI,mi è piaciuta molto la tua introduzione e la premessa sulla casualità dei riferimenti (molto divertente).
    Il titolo mi dava l’idea di una storia clandestina tra amanti e invece il primo capitolo sembra l’inizio di un giallo vero e proprio, giallo come la copertina del libro! Bella la scelta dei nomi dei protagonisti e interessanti le descrizioni degli ambienti e delle situazioni, sembra di esserci.

    • Gentilissima Lettrice,
      sono felice ti interessi. Scoprirai che un giallo può anche essere una intensa storia d’amore e un romanzo filosofico ricco di sogni e spunti di riflessione.
      Ti chiedo ancora qualche ora per gestire la mole di commenti che sto ricevendo anche direttamente e poi ti spedisco il file.
      Grazie ancora e che questa giornata possa essere migliore di ieri e un pochino meno di domani.
      Matteo

  4. rispetto all’incipit, bellissima descrizione dell’attesa in cui il tempo si dilata tra mille dettagli altrimenti inutili.
    e poi complimenti per come hai saputo far crescere la suspence…. mi hai fatto salire un’angoscia tremenda e scommetto che era quello che volevi! 🙂

    • Gentilissima Martina,
      sono felice ti interessi. Scoprirai che un giallo può anche essere una intensa storia d’amore e un romanzo filosofico ricco di sogni e spunti di riflessione.
      Ti chiedo ancora qualche ora per gestire la mole di commenti che sto ricevendo anche direttamente e poi ti spedisco il file.
      Grazie ancora e che questa giornata possa essere migliore di ieri e un pochino meno di domani.
      Matteo
      PS niente angoscia 🙂 solo sogni 😉

  5. L’incipit è interessante ed accattivante, ora mi hai messo la curiosità di sapere come si intreccierannole vite di Sebastiano e Viola.

    • Gentilissima Paola,
      sono felice ti interessi. Scoprirai che un giallo può anche essere una intensa storia d’amore e un romanzo filosofico ricco di sogni e spunti di riflessione.
      Ti chiedo ancora qualche ora per gestire la mole di commenti che sto ricevendo anche direttamente e poi ti spedisco il file.
      Grazie ancora e che questa giornata possa essere migliore di ieri e un pochino meno di domani.
      Matteo

    • rispondo all’iniziativa che hai lanciato nel gruppo mi libro con voi.
      E’ la prima volta che trovo un libro che inizia raccontando al lettore cosa aspettarsi, e questo stuzzica la mia curiosità, sicuramente trovandolo sugli scaffali delle librerie lo comprerei perchè voglio sapere come finisce e quali emozioni nasconde.

  6. Anch’io pensavo, dal titolo, che si trattasse di un giallo…..invece si parla d’amore….e gia’ i nomi dei protagonisti mi piacciono….se poi i sogni sono parte integrante del romanzo ne sono felice, perche penso che chi non sogna non e’ una persona completa. io sono una romantica….l’ìncipit del tuo romanzo mi piace…..faccio parte del gruppo di DM e quindi AMO leggere….a questo punto la curiosita’ del continuo della storia e’ d’obbligo. grazie per la tua segnalazione

    • Gentilissima Gabriella,
      sono felice ti interessi. La sorpresa non sta nel conoscere la storia ma nello scoprire come viene narrata.
      Scoprirai che un giallo può anche essere una intensa storia d’amore e un romanzo filosofico ricco di sogni e spunti di riflessione.
      Ti chiedo ancora qualche ora per gestire la mole di commenti che sto ricevendo anche direttamente e poi ti spedisco il file del libro.
      Grazie ancora e che questa giornata possa essere migliore di ieri e un pochino meno di domani. Che il meglio sia un continuo crescendo.
      Matteo

  7. Ciao! ho letto anche io il tuo posto nel gruppo mi libro con voi e subito mi sono catapultata. Un nuovo libro? perchè no, la mia fame di letture insaziabile ha risposto per me…Eccomi qui, e devo dirtelo, davvero sorpresa. Tu sei una sorpresa. Mi è piaciuto tantissimo il tuo stile: scorrevole ma mai banale intramezzato com’è da quelle piccole riflessioni sul tempo, sull’essere visibili ma non riconoscibili…Mi piace un sacco questo modo di scrivere! Siamo solo all’inizio, ma intravedo un autore che può sorprendere e farmi sognare…Lasciami sognare 🙂
    Ps: complimenti per l’idea di autopromozione, un’ottima iniziativa per farsi conoscere nella jungla editoriale, e anche un passo coraggioso. Hai tutta la mia stima 😉

    • Gentilissima Soraya,
      sono felice ti interessi. La sorpresa non sta nel conoscere la storia ma nello scoprire come viene narrata.
      Ti chiedo ancora qualche ora per gestire la mole di commenti che sto ricevendo anche direttamente e poi ti spedisco il file del libro.
      Grazie ancora e che questa giornata possa essere migliore di ieri e un pochino meno di domani. Che il meglio sia un continuo crescendo.
      Matteo

  8. Scusami, sull’onda dell’entusiasmo ho fatto qualche errore di battitura (quel “posto” sarebbe “post”) e soprattutto non mi sono firmata.
    Soraya

  9. Ciao Matteo,
    l’incipit mi sembra davvero forte!
    Il genere giallo è il mio preferito,e poi mi piace l’idea che un libro possa cambiare colore,che le nostre intuizioni,aspettative,possano essere completamente sbagliate,penso sia molto meglio non capire il finale se no che gusto c’è :),quindi mi piacerebbe molto leggere il tuo libro!
    Spero di riuscire anche a farti un pò di promozione,passaparola,facendolo leggere anche alle mie amiche,spero che a te vada bene,se no non mi azzardo nemmeno 🙂
    Buona giornata!

    • Sono felice ti interessi. La sorpresa non sta nel conoscere la storia ma nello scoprire come viene narrata.
      Ti chiedo ancora qualche ora per gestire la mole di commenti che sto ricevendo anche direttamente e poi ti spedisco il file del libro.
      Grazie ancora e che questa giornata possa essere migliore di ieri e un pochino meno di domani. Che il meglio sia un continuo crescendo.
      Matteo

  10. Apparentemente un giorno quasi normale: un uomo che attende la sua donna che lo accompagnerà in un incontro di lavoro del quale, forse per scaramanzia, non ha informato altri; una donna che si fa aspettare come da clichè; un ufficio di lusso adeguato all’importanza dell’affermata professionista, eppure già si percepisce un senso d’inquietudine che presto si trasforma in esplosione. Ma chi sarà stato ad aprire quel portone senza rispondere, dove sarà mentre Sebastiano e Violetta procedono incerti e cosa avrà fatto Adriana per essere stata ridotta così? Interesse catturato!
    Nadia

    • Grazie Futura,
      come quella della canzone di Dalla ?
      Mi piace il tuo modo di dare una prefazione del mio libro.
      Te lo manderò per e-mail, molto volentieri
      Un cordiale saluto
      Matteo

  11. Arrivo sempre un passo o due dopo le altre del gruppo..e dire che coi gialli in genere me la cavo e son sempre un passo avanti..va beh. Il tuo scritto è particolare,frizzante e avvincente. Un giallo che è anche un pó rosa striato dall’azzurro della filosofia..che,diciamocelo,ci sta sempre in ogni libro..ma in questo forse..mah..ah sì dirai perchè azzurro per la filosofia ma forse perchè è il mio colore preferito..perchè è tenue e ci sta bene con il rosa..Che poi uno dei due protagonisti si chiama violetta..un arcobaleno,insomma..il bello è che in groppa all’arcobaleno ci son salita,leggendo il tuo romanzo-non romanzo ma visto che son arrivata due passi dopo mi sa che per sapere quale altro colore aggiungerci dovró aspettare di leggere le recensioni..o affidarmi alla mia immaginazione..

    • Carissima Elena,
      grazie delle tue belle righe 🙂
      non dovrai attendere recensioni o affidarti solo alla tua immaginazione (anche se quella è sempre essenziale).
      Ti spedirò il libro via e-mail
      Un carissimo saluto.
      Matteo

  12. Sonoo un’editrice e credo di non suscitare in voi folli simpatie però ho iniziato questo lavoro solo lo scorso anno con un obiettivo ben preciso che è quello di aiutare e dare visibilità a progetti belli, di valore culturale e sociale…pubblico solo ebook e quindi ho qualche possibilità in più rispetto all’editore tradizionale…ma non posso fare miracoli! se vi interessa contattatemi elisabetta salvi info@leggereleggere.it

  13. Ciao Matteo, sono del parere e penso sia anche il tuo, che chi scrive debba solo scrivere e non vendere, ma bisogna arrendersi all’evidenza, purtroppo, e non è poco, l’editore aspetta che gli scrittori facciano tutto loro, cioè: scrivano il proprio libro, correggano le proprie bozze e facciano l’editing, firmino il contratto perché così sono vincolati, aspettino…anni prima di essere pubblicati, e che vendano i propri libri e facciano anche la distribuzione, che per regola toccherebbe anche all’editore, e dulcis in fundo chi scrive, quasi come una punizione, non ha diritto di toccare un centesimo fino al numero prestabilito di vendite… Allora possiamo dire che si scrive per passione, e che il lavoro che si fa per il sogno che si è avverato ci basta. Con questo Matteo ho solo voluto dire che chi scrive come te e tanti altri, sono solo da encomiare e non hanno nulla da invidiare a chi è già popolare, non in questo settore, e che da un giorno all’altro s’improvvisa scrittore e con uno schiocco di dita tutti gli comprano il libro… no, non hai nulla da invidiargli, almeno tu, non ti vanti di aver scritto qualcosa che non è tuo.
    Ciao Matteo e in bocca al lupo, continua e non demordere vai avanti… ti seguiremo!
    Anna

    +1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...